Nirmala Yoga Ostia

Ass. Cult. Natura Armonia e Benessere di Ostia Lido – Roma

Campane Tibetane

corso-campane-2016

Prossimo corso per operatori di trattamenti con campane tibetane a partire da Giovedì  15 Settembre ore 18:00, per 5 giovedì consecutivi , presso “Natura Armonia e Benessere” ,  Via delle Azzorre 272 – 00121 , Ostia Lido – Roma.

https://www.facebook.com/events/1631676550475750/ evento facebook

Le campane tibetane sono oggetti per riprodurre il suono dell’OM originario. Una delle loro caratteristiche più preziose è che sono formate solitamente con una lega derivante dalla fusione di sette metalli corrispondenti ciascuno a uno degli antichi sette corpi celesti del nostro sistema solare. Ne esistono diversi tipi, ed il loro suono varia in base alla proporzione dei componenti della lega, alla forma ed allo spessore. Questi sono i metalli di cui sono formate ed i corpi celesti ai quali sono legati:

Le Campane Tibetane producono quindi suoni in armonia con le vibrazioni delle sfere celesti, e trasmettono queste vibrazioni a chi le suona o anche a chi semplicemente le ascolta. Questo fenomeno si chiama, in termini tecnici, “concordanza di fase” ed è come mettere due pendoli uno accanto altro. Dopo un certo periodo di tempo iniziano a seguire lo stesso ritmo, come due onde che tendono a unirsi e a vibrare all’unisono. Grazie a questo fenomeno, quando si percuote una campana tibetana si creano delle forti vibrazioni che si propagano lungo il braccio (se la campana viene tenuta sul palmo della mano) o lungo il punto in cui è appoggiata la campana stessa (nel caso ad esempio in cui venga appoggiata su un chakra), massaggiandolo in profondità. Si viene così a creare una “concordanza di fase” fra la campana e la persona che vi è a contatto, producendo di solito uno stato di profonda quiete interiore ed esteriore, che può andare ben al di là del semplice rilassamento, fino a raggiungere le frequenze delle onde degli stati meditativi più profondi. Interessante è anche il lavoro di collegamento (tra i sette Chakras del nostro corpo sottile e i sette Corpi Celesti del sistema solare), che viene creato dalla vibrazione dei sette metalli con cui sono fatte le campane tibetane. Il corpo umano è anche un insieme di vibrazioni ed onde, a se gli organi sono sani, vibrano alla giusta frequenza, mentre gli organi ammalati hanno una frequenza disturbata. Le vibrazioni delle campane tibetane richiamano la frequenza armoniosa originale, e stimolano così il corpo, facendolo entrare in sintonia con la sua frequenza, ritrovando le proprie frequenze armoniose autonomamente.

MASSAGGIO SONORO CON LE CAMPANE TIBETANE

c700x420

Nella medicina e nella cultura orientale si dice che il corpo umano sia formato oltre che dalla parte più densa, materiale e visibile, anche da una parte più sottile composta da onde di energia e vibrazioni. Quando una persona e’ in buona salute vibra alla giusta frequenza e la sua energia scorre liberamente. Viceversa in caso di malattia la vibrazione e’ distorta e l’energia presenta accumuli e blocchi. II massaggio sonoro delle campane tibetane aiuta a ripristinare le giuste frequenze sciogliendo i blocchi e liberando l’energia, permettendo al corpo di ritrovare il suo normale stato di salute. La musica, quindi il suono, le note in genere, da sempre sono considerati sacri. Ci permettono di entrare in contatto maggiormente con la parte più profonda di noi stessi, dove regna un forte senso di pace. La giusta energia e la giusta vibrazione non sono solo per godere di ottima salute, ma soprattutto per andare al di la degli stati di coscienza ordinaria. Ascoltare certa musica, ci permette di entrare più facilmente in uno stato profondo di meditazione, dove regna la possibilità di far si che il nostro spirito penetri nel nostro conscio, nella nostra parte più materiale, facendoci provare quella sensazione di unità e amore che ci appartiene, ma di cui ci siamo dimenticati. Il suono delle campane tibetane, fra i tanti effetti, armonizza i chakra, cura l’insonnia, riequilibra emisfero destro ed emisfero sinistro del nostro cervello, ridesta la nostra parte creativa, stimola l’energia vitale presente in noi.

LE CAMPANE TIBETANE E IL MASSAGGIO SONORO

Le Campane Tibetane, sono delle ciotole (vengono infatti anche definite “Ciotole Tibetane”) composte da 7 o a volte 12 metalli. Storicamente sembra siano state introdotte in Tibet dall’India, ai tempi del Buddha Shakyamuni (566 – 486 a.c.). Originariamente erano ciotole con le quali i monaci mendicavano il cibo come istruiti dal Buddha, ed in seguito, in Tibet, vennero utilizzate per comunicare agli altri la propria posizione o per invitare i monaci alle meditazioni comuni, grazie alla loro capacità di produrre dei suoni udibili a grande distanza. Proprio per questo la ricerca della migliore sonorità si sviluppò ulteriormente arrivando a grandi livelli di sofisticatezza. Le vibrazioni sonore iniziarono ad essere utilizzate durante le meditazioni in quanto in grado di penetrare facilmente nell’organismo e provocare un profondo stato di armonizzazione e rilassamento. Proprio la loro capacità di suscitare questi stati,  fece sì che le campane tibetane cominciarono ad essere utilizzate per scopi terapeutici. La conoscenza della fabbricazione corretta delle campane venne conservata e tramandata all’interno di particolari nuclei familiari di generazione in generazione.

Essendo il Tibet rimasto isolato dal resto del mondo, almeno fino al 1959, quando assieme al Dalai Lama, molti monaci  e civili fuggirono in India del nord, questa conoscenza rimase oscura all’occidente. Quindi, alcuni medici e ricercatori spirituali, venuti in contatto con la comunità tibetana in esilio, introdussero questa conoscenza nel mondo occidentale.

Le Campane Tibetane possono essere utilizzate per purificare gli ambienti, oppure come azione terapeutica, ed in questo caso vengono appoggiate in determinate parti del corpo e fatte risuonare. I suoni primari ed armonici prodotti dalle campane tibetane entrano in risonanza gli uni con gli altri amplificando il loro potere e quindi provocando una risposta dell’organismo che si apre con naturalezza all’ingresso delle vibrazioni sonore principalmente attraverso l’elemento “acqua” che nel nostro corpo è predominante. Le vibrazioni sonore permeano l’organismo riportandolo ad uno stato di equilibrio, sciogliendo con naturalezza i “nodi” fisici ed emozionali, e lasciando un profondo stato di rilassamento. A tal proposito sono state fatte molte sperimentazioni scientifiche che hanno dimostrato come il massaggio sonoro abbia la capacità di provocare molti effetti positivi sia a livello ambientale che psicofisico. Forniamo un breve elenco riassuntivo degli effetti curativi e coadiuvanti:

 Funzioni psichiche e spiritualmente evolutive

  • Profondo rilassamento.
  • Migliore chiarezza mentale grazie all’insorgenza di onde alfa e tetha.
  • Armonizzazione Aura.
  • Effetti benefici sui Chakra.
  • Ristabilire un soddisfacente equilibrio emozionale.
  • Energizzare l’organismo.
  • Libera da traumi emotivi bloccati nel subconscio.
  • Profondo effetto sui meridiani dell’agopuntura.
  • Attiva i meccanismi di auto-guarigione all’interno del corpo.

Funzioni terapeutiche e coadiuvanti a livello fisico

  • Ristabilire un sano equilibrio del sonno.
  • Aiutare a risolvere problemi di ansia e nervosismo, emicranie, affaticamento.
  • Ridurre lo stress attraverso il rilassamento profondo e rilascio di endorfine.
  • Aiutare a risolvere problemi legati alla contrazione muscolare, dolori articolari o muscolari.
  • Aiutare a risolvere problemi di natura psicosomatica.
  • Aiutare la concentrazione.
  • Stimolare il sistema immunitario.
  • Normalizzare la pressione sanguigna.
  • Stimolare la diuresi e il processo depurativo, alleviare disturbi digestivi .
  • Miglioramento dei tempi di convalescenza.
  • Aumento della sincronia cardio-respiratoria.
  • Gravidanza e parto, disturbi mestruali.

index_1

Terapia del suono

Risuonando con il suono eterno del pianeta e aggiungendo gioia e melodia con la vita delle persone in tutto il mondo, le campane tibetane sono eccellenti strumenti meditativi e di guarigione, sono terapeutiche e guidano i ricercatori nella loro trasformazione verso l’illuminazione spirituale, svolgendo un ruolo positivo e altamente efficace nel trattamento di qualsiasi disturbo. La terapia guaritrice con le Campane tibetane è una modalità scientifica e provata, ed è stata accolta con grande approvazione in Europa, Oriente e Stati Uniti negli ultimi 2-3 decenni. Sta diventando il precursore della terapia del suono in tutto il mondo.

Il suono delle campane tibetane è profondamente rilassante. Durante la sessione, le ciotole tibetane sono posizionate sul corpo della persona o adiacentemente alla persona stessa. Il terapeuta fa risuonare le varie ciotole seguendo ritmi specifici. Come le ciotole vibrano, mandano onde di vibrazioni in tutte le cellule del corpo della persona, armonizzandole. Il bel suono prodotto ha anche un rilassante effetto sul cervello, rallentando le onde cerebrali e inducendo un profondo stato di benessere.

Come funziona la terapia del massaggio sonoro con le ciotole tibetane

Guarire con il potere del suono è una delle forme più antiche e naturali di guarigione che l’uomo conosca. L’elemento più basilare dell’essere umano è la cellula. Il modo più semplice di comunicare con le cellule è attraverso la vibrazione. Le vibrazioni esterne causano una risonanza simpatetica nelle cellule. Quando percuotiamo una ciotola posta sul corpo costituito da più del 70% di acqua, il suono trasmesso causa il risuonare nelle celle. Le onde sonore diffuse, come le onde concentriche da un sasso caduto in uno stagno, in cerchi sempre più grandi attraverso la carne, sangue, organi e persino ossa, rilassandoli e al tempo stesso, armonizzandoli, e dandogli energia. In questo modo i più di 100 trilioni di cellule che sono i mattoni del corpo umano stanno ricevendo un leggero massaggio. Un esempio visivo della potente pulizia succede quando mettiamo gioielli o protesi in un bagno sopratonico e vediamo come in breve tempo tutto lo sporco e la sporcizia vengono rimossi. In questo modo, il suono può anche liberare i blocchi energetici attraverso il corpo, la mente e lo spirito. Qualsiasi suono arriva al sistema nervoso che a sua volta influisce su ogni cellula del corpo. Le vibrazioni delle campane tibetane sono molto rilassanti e calmano il sistema nervoso. Esse possono arrivare in punti del corpo che non avremmo mai potuto raggiungere in altra maniera, e di provocare una guarigione che sarebbe molto difficile ottenere in altro modo. Ciò viene da una combinazione tra il suono della ciotola percepito con l’orecchio, sopra il timpano, e nel cervello, e la vibrazione della campana attraverso il  corpo fisico. Il terapeuta del Massaggio Sonoro con le Campane Tibetane, percuote le ciotole in certi ritmi che creano un’energia estasiante. Quando l’armonia interiore è disturbata perdiamo il nostro equilibrio. Lo stress quotidiano ci rende inclini alla malattia e altera la qualità della nostra vita. Attraverso il massaggio sonoro tensioni e blocchi mentali, sofferenze nel corpo e nell’anima possono essere evidentemente ridotti.

La terapia con il Massaggio Sonoro Armonico delle Campane stimola il cervello ad aumentare le nostre capacità e curare i disordini da stress aiutandoci in vari modi:

1)         Elimina tossine fino al livello di cellule ed ossa.

2)         Approfondisce il sonno.

3)         Sincronizza gli emisferi destro e sinistro del nostro cervello.

4)         Aumenta la capacità di apprendimento.

5)         Aiuta la risoluzione di problemi di apprendimento anche gravi ed autismo.

6)         Approfondisce gli stati meditativi.

7)         Sollievo da stress, squilibri emotivi, dolori muscolari e delle giunture.

8)         Riequilibra i Chakras.

9)         Realizzazione della “risposta di rilassamento” senza sforzo.

10)      Guarisce traumi passati emotivi e superamento di comportamenti limitanti.

11)      Sollievo da mal di testa, affaticamento, insonnia, problemi mestruali, disturbi digestivi.

Il Massaggio Sonoro delle Campane non è solo per persone malate. Le persone sane anche possono trarne grandi benefici. Diventano più calmi e raggiungono alti livelli di energia, così come un sonno migliore. Il Massaggio sonoro può effettivamente sciogliere i blocchi fisici, mentali ed emotivi e superare lo stress quotidiano, la paura e la depressione. Con trattamenti regolari la maggior parte delle persone sperimenta un aumento della gioia di vivere e un aumento della creatività. Il Massaggio Sonoro delle Campane Tibetane si basa su oltre 5000 anni di medicina indiana. Secondo le antiche dottrine orientali l’universo e l’umanità sono stati creati dal suono, quindi l’uomo è profondamente legato al suono. Quando un essere umano è “nutrito” dal giusto tipo di suoni, le cellule del suo corpo cominciano a vibrare e ri-organizzarsi in base al loro progetto divino. Gli scienziati stanno confermando quello che i saggi ci hanno detto per millenni: meditare e calmare la mente sono la pietra angolare per la salute e la longevità. Per la maggior parte le persone con orari frenetici nei tempi moderni, è difficile mantenere un regime quotidiano di meditazione per mantenere la calma interiore. Molte persone ci rinunciano molto tempo prima che si sentano i benefici della meditazione regolare. Un trattamento con campane tibetane ci può portare velocemente in uno stato di rilassamento più profondo, nel quale si può ottenere l’autoguarigione.

Migliorare i Chakra con le campane tibetane

Le campane tibetane sono strumenti eccellenti per la ristrutturazione del campo energetico del corpo e migliorano il processo energetico dei chakra. L’importanza dei chakra in materia di salute generale, sta diventando sempre più noto. Riportiamo una breve spiegazione di cosa i Chakra siano. Il termine sanscrito Chakra significa ruota o disco. I chakra sono infatti delle ruote di energia, che girano in senso orario. Sette centri di energia maggiori si trovano lungo la colonna vertebrale e nella testa. Molti piccoli, meno potenti centri (sottochakra) sono distribuiti su tutto il corpo. Come una stazione di trasferimento, ogni chakra attinge alla riserva di energia vitale cosmica illimitata. Dirige l’energia trasformata facendola fluire attraverso il corretto canale, (Nadis i canali energetici) e controlla le funzioni di organi e tessuti del corpo. Il chakra del cuore, a livello fisico, controlla la circolazione del sangue ed il cuore, i polmoni ed il processo della respirazione. Se per motivi fisici, psicologici, o spirituali, il chakra del cuore non è bilanciato, influenzerà disturbi o malattie nei corrispondenti organi o funzioni. Ciò affliggerà anche lo stato psicologico della persona. Pertanto, è importante mantenere i chakra in buono  stato. Percuotere le ciotole direttamente sul corpo in queste aree può essere di aiuto nel creare armonia, aprendo il flusso di energia attraverso i chakra stessi. Il chakra del cuore è facile da lavorare, e benefico per tutti gli altri. I chakra superiori possono essere lavorati con ciotole intorno alla testa, comunque nelle zone adiacenti.

In generale, ciotole con toni più alti sono più efficaci per i chakra superiori, e quelli con suoni profondi sono più consigliabili per i chakra inferiori.

L’effetto più evidente delle Campane è il rilassamento profondo che possono produrre. Le persone che le sperimentano, entrano in stato di profondo rilassamento in pochi minuti. Per il miglior risultato ci si sdraia in una posizione comoda, e si posiziona per esempio, la ciotola sul petto o sulla schiena (vicino al chakra del cuore). Si consiglia di mettere un tappetino antiscivolo sotto la ciotola, per tenerla ferma, stabile. Poi percuotiamo la ciotola. Ci vuole un po’ di pratica per far risuonare la campana. Dato che la ciotola è così vicino alle vostre orecchie, si potranno sentire anche i suoni più bassi. La cosa più importante è che si può sentire la vibrazione fisica della ciotola nel vostro petto, e da lì diffondersi in altre parti del corpo. Alcune persone sentono le vibrazioni passare attraverso le loro gambe. Il petto essendo una camera d’aria, agisce come un risonatore, e le onde sonore che viaggiano per il corpo sono un massaggio fine per tutte le cellule e gli organi. In più il suono captato dalle orecchie lascia entrare le onde cerebrali in uno stato di rilassamento. Ascoltiamo le onde sonore, i suoni inferiori e superiori e lasciamoci guidare in un oceano di suoni.

Utilizzo delle  Campane Tibetane

L’utilizzo è semplice da spiegare, ma richiede un po’ di pratica per riuscire a suonar bene le campane, quindi non abbattetevi se non riuscite subito.

La ciotola va sostenuta sul palmo della mano sinistra, oppure con tutte e cinque le punte delle dita a contatto della ciotola stessa. In questo modo consentirete alla campana la massima vibrazione fisica. Da un punto di vista zen rappresenta l’energia femminile Yin (la campana) sostenuta dalle cinque “buddhità”, (le manifestazioni del Buddha); i sette metalli rappresentano invece i pianeti e quindi il cielo (l’energia maschile yang). Impugnate poi con la mano destra il battente, e fatelo scorrere sul bordo della campana, dalla parte in legno vivo (femminile) oppure dalla parte ricoperta di pelle rovesciata (maschile). Dopo qualche secondo,  o qualche tentativo regolando continuamente la pressione e la velocità di rotazione, sentirete la vostra campana iniziare a suonare.

Adesso che siete riusciti a farla suonare più o meno bene, provate a portarla all’altezza del Chakra del cuore e continuate col movimento facendo girare il battente in senso orario e con la mano destra; delle sensazioni molto particolari potrebbero avvolgervi in quanto state mettendo in relazione l’energia sonora della campana con quella del vostro cuore. Sarà un valido supporto, come attività di base per tutte le vostre pratiche, che necessitano di rilassamento e meditazione (o di preghiera). Ricordiamoci sempre che ogni campana ha il suo suono, diverso dalle altre.

Le proprietà strutturali delle vere campane tibetane consentono ai loro suoni di esser in armonia con le vibrazioni dei vari pianeti e di trasmetterle a chi le suona o le ascolta.

Scientificamente parlando si potrebbe spiegare questo fenomeno come una “concordanza di fase” quello cioè che permette a due onde di unirsi e vibrare allo stesso modo: lo stesso avviene con i pendoli che se affiancati tenderanno a oscillare dopo un po’ allo stesso ritmo.

Alcune ricerche hanno evidenziato che quando vengono suonate, le campane tibetane emettono onde alfa (particolari onde cerebrali) regolari e sincronizzate, caratterizzate da frequenze comprese tra gli 8 e i 12 Hertz: queste onde sono rilevabili durante la veglia ad occhi chiusi o nei momenti appena prima di addormentarsi.

Viste e considerate le caratteristiche delle campane tibetane potremmo consigliarne l’utilizzo in tutti quei momenti in cui necessitiamo di rilassamento come durante la meditazione o quando ci concentriamo sulla respirazione o sul nostro essere  interiore (introspezione).

Possono essere un ottimo accompagnamento per lo yoga, o in qualsiasi attività in cui sia fondamentale sentirsi immersi nella nostra identità spirituale.

Molto interessante risulta il lavoro sui  Chakra, anche in  riferimento al fatto che sono sette come i corpi celesti corrispondenti ai sette metalli di cui è composta la campana tibetana.

Si possono usare campane più grandi (anche da 1.500 grammi ed oltre) per i Chakra inferiori, e più piccole (intorno ai 500 grammi) per i Chakra superiori; in questo modo le frequenze più basse e potenti della prima campana entreranno più facilmente in risonanza con i primi Chakra, mentre la seconda entrerà in risonanza con quelli più alti (in particolare con l’Agnya Chakra).

Infine consigliamo di affiancare un bel massaggio su tutto il corpo, al suono delle campane tibetane, meglio ancora se lo abbiniamo al trattamento manuale o riflesso dei centri energetici (Chakra).

Campane tibetane, antico strumento di guarigione

Come accade sempre più di frequente, le antiche discipline Orientali stanno coinvolgendo sempre più le menti Occidentali, portandole a una naturale conversione verso le antiche medicine naturali.

Tra queste le campane Tibetane, veri e propri strumenti di benessere, se adoperate con consapevolezza (è proprio questo a fare la differenza). Uno dei metodi usati, oltre a quello di seguire le tradizionali corrispondenze fra note musicali e Chakra, è quello del sistema delle quinte. Fin dai tempi antichi, infatti, i guaritori predisponevano i loro strumenti all’utilizzo di tale sistema. Per far questo è sufficiente, iniziare dalla nota Fa nel Chakra della radice (Mooladhara) e salire cinque note ogni Chakra. Se il Chakra della radice, ubicato sotto la base della spina dorsale, deve essere combinato con una campana tibetana che esegue il FA, lo Swadisthan Chakra, dovrà essere purificato con la nota DO, intervallando le note Fa-Sol-La-Si-Do. Si prosegue, quindi con il Chakra successivo, il Nabhi o Manipur Chakra, purificato con la nota Sol, che è la quinta nota partendo dal Do. Si prosegue con questo intervallare fino al Sahasrara Chakra.

L’acquisto della campana tibetana, è molto importante. Quando la si compra, deve essere una sorta di “amore a prima vista”. E’ necessario, quindi, provarle e acquistarne una il cui suono appaia piacevole. Inoltre, se dovete scegliere un’unica campana, suonatela innanzitutto con un martelletto ricoperto di feltro o pelle, prestando ascolto alla qualità di sonorità e tonalità. Colpitela nuovamente e portate il bordo della campana a cinque-sette centimetri di distanza dalla bocca, aprendo e chiudendo quest’ultima. Potrebbe prodursi un effetto musicale “wah wah”, che costituisce una tecnica da ricercare.

La teoria della guarigione attraverso il suono, nasce dal pensiero che “Tutto è energia”. Il termine Entropia si riferisce a un certo grado di disordine. Viene usato per indicare l’energia disorganizzata. A livello globale, per varie ragioni c’è una tendenza al disordine. Tuttavia, a livello locale le cose propendono per l’equilibrio energetico e quindi a un maggior livello di ordine. Usando l’energia dei suoni possiamo ridurre l’entropia locale nel corpo, che spesso si manifesta con patologie di diverse tipo ed entità ed accrescere l’ordine.

Le prove del benessere dato dal suono, sono molteplici. Per esempio quelle dei dottori di una clinica medica statunitense. Secondo loro, i numerosi pazienti oncologici hanno tratto grandi benefici da quando hanno insegnato loro a cantare mantra mentre ascoltavano il suono delle campane tibetane.

Indubbiamente i riscontri relativi ai benefici di quest’antica arte non mancano, resta a noi la possibilità di provarla e sfruttarla nel modo corretto. Il tutto con estrema umiltà e consapevolezza perché non si tratta di una disciplina da imparare in pochi giorni, ma è per lo più una possibile via di crescita interiore e benessere.

MASSAGGIO ARMONICO ANTISTRESS

Alcune  persone durante l’esperienza del “Massaggio Armonico Antistress” con le Campane Tibetane” si addormentano, altre persone  si emozionano, altre rimangono indifferenti, vi sono poi persone che sorridono, altre che desiderano trasmettere questa esperienza agli amici o ai loro familiari. Il suono avvolge completamente il nostro spirito e il nostro corpo. Attraverso il contatto con la campana, posizionata su alcuni punti del corpo, si percepiscono delle vibrazioni che attraversano e ci accarezzano ovunque, dai piedi alla testa, organi ed ossa comprese; per mezzo dell’udito ci si immerge in un viaggio sonoro sempre più magico e rilassante, attraversando note musicali mai ascoltate, avvolti in un cocktail di benessere, e di crescente senso di leggerezza. Il suono e le  vibrazioni delle Campanae contribuiscono in maniera crescente al riallineamento dei Chakra, per il benessere spirituale, energetico e fisico delle persone.

Utilizzare l’energia del suono è un modo nuovo di affrontare il malessere psicofisico, ancora poco conosciuto, non convenzionale, ma dalle grandi potenzialità. Infatti, il sistema nervoso e la psiche si rilassano, poiché la forza di suoni puri fluisce là dove il corpo è bloccato. Come gli orchestrali che accordano i loro strumenti, così il fisico viene rimesso in sesto dal suono che, per il suo elevato potere vibrazionale, è in grado di riequilibrare i Chakra, i centri di energia vitale. Il massaggio sonoro è basato sull’efficacia di suoni primordiali che erano già in uso nell’antica “arte di guarigione” indiana, più di 5000 anni fa. In seguito, diversi studi scientifici legati alle neuroscienze hanno messo in luce quanto le vibrazioni sonore possano intervenire in maniera positiva su diversi disturbi: vari studiosi sostengono che le informazioni musicali, dal suono puro, al ritmo e alla melodia, attivano i meccanismi propri del sistema neurovegetativo. E gli esperimenti hanno dimostrato che ascoltando determinate frequenze variano il battito del cuore e la pressione sanguigna. Ecco perché, oggi, la musicoterapia è ampiamente impiegata in medicina. Oltre che in casi estremi come il coma, grandi risultati si sono avuti nel sostegno di molti disturbi comportamentali, in caso di difficoltà di socializzazione, nei deficit mentali e sensoriali, in casi di autismo, di Alzheimer, etc. Così è stato ampiamente dimostrato il potere delle vibrazioni sonore nel combattere i disturbi psicofisici.

Il sistema energetico del corpo – tutti gli organi, le ossa e i tessuti – hanno una propria vibrazione e una propria frequenza di risonanza. Su questo lavorano i terapisti del suono. Ma, a differenza della musicoterapia che utilizza anche suoni registrati, la terapia del massaggio sonoro invece usa prevalentemente strumenti acustici ad alta gamma come ad esempio le CAMPANE TIBETANE.

È un metodo unico nel suo genere, che ripristina l’armonia globale, come in un cammino di auto guarigione dove l’obiettivo finale è la pace interiore. Questo non può che comportare benefici su tutti i fronti, allentando tutte le tensioni, da quelle fisiche a quelle mentali.

Per ottenere dei buoni risultati con il massaggio sonoro non basta affidarsi esclusivamente a delle mani esperte: solo chi è in grado di abbandonarsi totalmente al suono, rilassandosi completamente, potrà ottenere i giusti benefici. Comunque sia, nella maggior parte dei casi non è difficile ottenere un allentamento assoluto delle tensioni poiché ciò non comporta sforzo di alcun genere.
Per conseguire questo stato, normalmente il terapeuta prepara il fisico tramite tecniche di respirazione, di meditazione e anche con il massaggio nei punti nevralgici, i cosiddetti Chakra. Tramite questi diversi metodi si allontanano i pensieri negativi e si induce la persona ad uno stato di totale abbandono.

Il massaggio sonoro può essere declinato in più varianti poiché la scelta degli strumenti da utilizzare è ampia. Le caratteristiche comuni degli strumenti sono legate alla loro capacità di estensione del suono armonico e della sua lunga durata.

Il massaggio sonoro risulta particolarmente utile contro disturbi come lo stress, l’insonnia, la cattiva circolazione, le cefalee, la stanchezza cronica, i blocchi interiori e anche per migliorare le funzioni intestinali. I terapeuti del suono sostengono però che qualunque malessere psico-fisico può essere combattuto, ristabilendo la primordiale armonia tra corpo e mente, che richiama la stabilità tra tutte le energie e gli elementi dell’ Universo. Per essere efficace e duratura, la terapia deve essere praticata con costanza e per un ciclo di almeno 10 sedute.

“Tutto è vibrazione” è un principio universale. Assolutamente tutto ciò che sta in natura sta vibrando. Le nostre cellule, tessuti, organi, sono composti da atomi che vibrano in distinte frequenze. Nello stato naturale di salute dell’essere umano tutte queste frequenze vibrano in armonia, come una immensa sinfonia. Tuttavia questo stato di equilibrio si perde facilmente. Lo stress, i ritmi della vita di oggi, i comportamenti sbagliati, le tensioni fisiche ed emotive, interferiscono su questa armonia interiore e ci conducono alla stanchezza, al dolore e alle malattie del corpo, della mente e delle emozioni. Le ciotole tibetane producono vari suoni simultaneamente, i quali si relazionano tra loro in una scala armonica.

Esiste in esse un suono grave, che si chiama fondamentale, e gli altri suoni che la ciotola produce si sviluppano da questo con una relazione proporzionale.

In una prova di laboratorio si è messo dell’acqua dentro la ciotola per vedere cosa succedeva con le onde al suo interno. Così si è scoperto che ogni suono produce una informazione di ordine diversa, poiché manifestandosi, i suoni armonici producevano forme differenti nell’acqua. Ciò dimostra che i suoni armonici ordinano la materia. Il nostro corpo, essendo formato principalmente da acqua, se sottoposto alla frequenza vibrazionale “accordata e perfettamente armonica” delle campane, è influenzato da queste vibrazioni elevate e profonde. Si ottengono risultati in persone con difficoltà di vario tipo.

Quando il suono fluisce attraverso il nostro corpo agisce sulla sua vibrazione e provoca un riordinamento molecolare. Il suono ha una certa frequenza e il corpo la riconosce. Certe combinazioni armoniche del suono vengono interpretate dal corpo umano come una chiave per ristabilire l’equilibrio interno, il ritorno ad uno stato di salute. Questa chiave è l’armonia, che usa il suono come un potente strumento di trasformazione, che può modificare qualsiasi cellula, riordinarla e guarirla.

Qualsiasi tipo di blocco energetico, che sia di origine fisica, mentale o emozionale, può essere trattato con il suono. Il suono crea un’onda di frequenza su altre frequenze, risuonando attraverso gli armonici e riallineando l’energia in qualsiasi livello in cui si trovi bloccata. Per questo agisce sul sintomo e anche sulla sua origine. Il suono arriva a livelli ai quali l’intelletto non può arrivare, il corpo, la mente o i sentimenti reagiscono quando arriva il messaggio di armonia, si sintonizzano con quella frequenza che gli restituisce calma, pace e equilibrio. Quando permettiamo al suono di fluire in questo modo, il nostro essere riconosce i suoi ritmi naturali, quel Regno perduto al quale è possibile ritornare, armonizzandoci con noi stessi e con l’ordine naturale che ci circonda.

In un trattamento, inizialmente c’è un momento di informazione nel quale la persona racconta all’operatore le proprie difficoltà e riceve le informazioni di base sugli effetti del “Massaggio Sonoro armonico”, le sue possibilità e i suoi limiti.

Il massaggio avviene in posizione distesa, con il corpo vestito ed eventualmente coperto da un telo. Vengono utilizzate campane di diverse dimensioni collocate sul plesso o sulle zone da trattare e si fanno suonare colpendole o sfregandole con una bacchetta di legno o di cuoio. Si lavora sia sulla schiena che sulla zona anteriore del corpo. Il cliente riceve una “doccia sonora” rigeneratrice che circola in tutto il corpo e permette di sperimentare il flusso di energia in modo molto personale. Il Massaggio Sonoro armonico può essere realizzato per ottenere profondo rilassamento, quiete mentale ed equilibrio emozionale, o come trattamento per un problema concreto. In quest’ultimo caso, generalmente, si realizzano 3-4 sessioni, una volta alla settimana;  tuttavia sia la frequenza che la durata di un trattamento variano di caso in caso, a secondo del maggior o minor grado di sensibilità ricettiva. Gli effetti del massaggio, che dura circa un’ora, si completano e intensificano nella fase di riposo, della durata di circa 10 minuti, che segue il trattamento.

CHAKRA

 ELEMENTI  GIORNO  COLORE  PIETRE  PIANETA
MOOLADHARA Terra  MARTEDI ROSSO ARANCIO  Corallo  MARTE
 SWADISTHAN Fuoco MERCOLEDI  GIALLO  Topazio  MERCURIO
 NABHI  Acqua  GIOVEDI  VERDE  Smeraldo  GIOVE
 ANAHATHA  Aria  VENERDI  ROSSOPORPORA  Rubino  VENERE
 VISHUDDHI  Etere  SABATO  BLU NOTTE  Zaffiro  SATURNO
 AGNYA  Luce  DOMENICA  BIANCO  Diamante  SOLE
 SAHASRARA  Vibrazioni  LUNEDI  ARCOBALENO Madreperla LUNA
Annunci

13 thoughts on “Campane Tibetane

  1. volevo sapere se la scelta deve essere individuale o tutte vanno bene a tutti

    • in realtà la scelta è soggettiva e momentanea. Quello che le campane fanno è emettere un suono, quindi una frequenza, e questa frequenza lavora su un chakra, su un organo. Tutto qui. Dipende da come stiamo e come stiamo in quel momento che usiamo le campane.

  2. desidero acquistare una campana tibetana per una neonata qualche consiglio? grazie di cuore.

    • Si, non acquistare quelle industriali, ma fatte artigianalmente. Le artigianali non hanno decorazioni, sono color ottone sfumato, sono battute a mano, quandole suoni roteando il batacchio intorno, facendolo scorrere sul bordo, il suono rimane a lungo, spegnendosi molto lentamente.

  3. Bellissima e molto chiara questa descrizione… scopro solo ora, tral’altro che i Chiakra sono ruote… l’idea dei punti ruotanti finalmente mi è più chiara e comprensibile.
    Mi terrò sempre aggiornata seguendo questo blog.
    Saluti,
    Rosa

  4. Che articolo completo e interessantissimo!! Da poco ho scoperto le campane tibetane. Ho partecipato ad un incontro in cui si univano la pratica yoga con il sottofondo sonoro del Dijeridoo e delle campane tibetane e di cristallo e mi è piaciuto tantissimo. E’ stata una pratica molto intensa ed estremamente meditativa. Ieri ho avuto l’opportunità di partecipare ad una sessione di “massaggio sonoro collettivo”. Eravamo una decina di amici ed amiche ed abbiamo assistito ad una sorta di concerto, distesi a terra con gli occhi chiusi, in cui venivano suonati armoniosamente anche se in imporvvisazione gong, campane tibetane, campane di cristallo, campane degli angeli, dijeridoo, ocean drums, uno strumento giapponese a corde di cui non ricordo il nome e una specie di xilofono. Un ragazzo integrava i suoni degli strumenti con la sua splendida voce ed ha anche cantato un mantra che era un inno all’unione della parte maschile e della parte femminile che c’è in ognuno di noi e che genera l’Amore Universale. A conclusione di tutto ciò ci è stata offerta dell’acqua armonizzata e infine ognuno di noi ha beneficiato di un vero e proprio massaggio sonoro con una grossa campana tibetana. Mentre la campana veniva suonata la persona di turno era in piedi all’interno della ciotola stessa e colei che suonava, con l’orecchio accostato al corpo del “massaggiato” seguiva il viaggio della vibrazione all’interno dell’organismo. Quando è stato il mio turno ho chiaramente percepito la vibrazione salire dai piedi alle gambe e giungere subito all’area del cuore, alla gola, alla nuca, alle palpebre e infine alla corona. E’ stata un’esperienza meravigliosa e la percezione di fluidità dell’energia vitale e di purezza ed equilibrio è stata immediata e persiste ancora stamattina. 🙂

  5. Buon giorno posso fare una domanda ho visto che ognuno le utilizza come meglio crede..nel senso che ho visto diverse tecniche.. può dirmi qualcosa in merito a questo..?

  6. Ciao.. sono denise e sto frequentando un stage di campane tibetane… devo dire che il suono è piacevole ma ho dei problemi con le vibrazioni… perché non sempre sento le vibrazioni?è un problema di sensibilità mia… ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...